Creare video in timelapse: tutti i segreti

18-01-2019
a cura di Cristiano Bolla
creare-video-timelapse-time-lapse

Realizzare video in timelapse in pochi semplici passaggi

Sei un appassionato di fotografia e in particolare di timelapse? Vuoi divertirti e realizzare anche tu video con questa tecnica? Allora sei arrivato sulla pagina giusta: in questo articolo ti spiegherò come realizzare video in timelapse, una tecnica affascinante che tuttavia richiede una buona dose di conoscenze, preparazione e lavoro.

Per creare video professionali in timelapse, infatti, serve un'adeguata strumentazione, una certosina preparazione e qualche passaggio in fase di montaggio. Se invece vuoi realizzare timelapse da cellulare, in fondo a questo articolo ti spiego come è possibile farlo sia da sistemi iOS che Android, oltre a suggerirti qualche app per video in timelapse. Sei pronto? Cinture allacciate? Si parte con la guida passo per passo su come realizzare un timelapse.

video-time-lapse
In questo articolo, tutti i passaggi per creare un video in timelapse

Che cos'è il timelapse

Per poter capire come realizzare un video in timelapse, è opportuno prima chiarire che cosa si intende con questa parola. Al contrario dei video in slow motion (di cui abbiamo realizzato una guida che potete trovare cliccando qui), il timelapse è una tecnica cinematografica nella quale la frequenza di cattura di ogni fotogramma è inferiore a quella di riproduzione: il risultato di questa operazione è un video in cui soggetti e oggetti animati sembrano muoversi ad altissima velocità.

Alcuni esempi di timelapse si possono vedere in molti film: è infatti una tecnica che torna molto utile quando c'è da far intendere al pubblico lo scorrere del tempo nella storia. Hai presente quelle scene in cui viene inquadrata la città, le nuvole, il sole, le stelle, tutto si muove velocemente e ci ritroviamo ad aver passato giorni interi in pochi secondi? Ecco, quello è un timelapse. La velocità percepita, infatti, è data dal rapporto tra il frame rate della proiezione e quello della registrazione, il tutto moltiplicato per la velocità effettiva: per fare un esempio coi numeri, se il frame rate di registrazione è di 12 fps (fotogrammi per secondo) e quello di proiezione di 24 fps, la velocità di riproduzione sarà due volte superiore a quella normale. 

Tutto chiaro? Ora che abbiamo chiarito che cos'è il timelapse, passiamo a vedere come puoi realizzarlo.

video-time-lapse-camera-setting
Un esempio di timelapse: il movimento del sole in una giornata

Come realizzare un timelapse professionale

Per realizzare timelapse professionale è fondamentale, come per ogni altra tecnica in questo mestiere, essere adeguatamente preparati ed equipaggiati. Non basta, infatti, premere un semplice bottone per realizzare un timelapse professionale. In questa sezione ti spiego cosa è necessario fare e avere per realizzare un video in timelapse. Le fasi sono:

  • Procurarsi l'attrezzatura necessaria
  • Settare le impostazioni della camera
  • Lavorare il materiale in post-produzione

Timelapse professionale: l'attrezzatura

Più di molte altre tecniche, il timelapse richiede una preparazione tecnica adeguata e l'acquisto/noleggio di attrezzatura che ti permetta di realizzare il video desiderato. Se sei un videomaker alle prime armi, questa è una lista dell'attrezzatura che dovresti avere per poter realizzare video in timelapse:

  • Camera: per realizzare un timelapse professionale, ovviamente occorre una camera. Cominciamo col dire che ci sono camere che permettono di velocizzare - e di molto - il lavoro necessario per creare un timelapse: nella GoPro, dal modello 4 in poi, ad esempio, è già prevista una modalità timelapse video che scatta fotogrammi in 4K e li salva direttamente come filmato .mp4 in 4k; un notevole risparmio di tempo. Le impostazioni possono essere settate direttamente dalla camera oppure dall'app, con estrema comodità. Una buona alternativa, specialmente per i timelapse realizzati in esterno, è una Brinno: questa camera è pensata apposta per timelapse di lunga durata e funziona con normali batterie AA che permettono di scattare per oltre due mesi di tempo lo stesso timelapse; la vera pecca è che ha una risoluzione bassa (720p). Se invece ti affidi alle "normal" reflex Nikon e Canon o altre marche, tutto il resto dell'attrezzatura e soprattutto la sezione dedicata al settaggio della camera diventa imprescindibile.
video-time-lapse-professionali
Realizzare timelapse con camere GoPro
  • Batteria: se vuoi realizzare timelapse di lunga durata (alcuni possono durare anche anni!), viene da sé che il problema principale sia la durata della batteria. Per timelapse lunghi, quindi, ti suggerisco di acquistare un alimentatore per batterie (disponibile per ogni modello di camera) che permetta di alimentare la macchina fotografica collegandola direttamente alla presa di corrente. Per riprese in interni non dovrebbero esserci problemi, ma consiglio anche l'uso di un gruppo di continuità nel caso salti la corrente; per quelle esterne, invece, potresti doverti ingegnare un po', attaccando la camera alla batteria di una macchina o ad un gruppo elettrogeno, ma la stabilità non è mai garantita al 100%.
  • Treppiede: nel caso in cui dovessi realizzare un video in timelapse statico, a telecamera ferma cioè, allora un cavalletto è assolutamente necessario. Può andar bene anche un treppiede semplice, a basso costo. L’importante è che sia stabile e, in caso di riprese esterne, che abbia anche un certo peso per non risentire di vento forte, che potrebbe far traballare la postazione. In alternativa al treppiede, per le riprese esterne si può pensare anche di agganciare la camera ad un palo della luce o altro supporto: anche in questo caso è fondamentale che la camera sia ferma e magari riparata con un case.
  • Slider motorizzato: se al tuo video in timelapse vuoi aggiungere il movimento della camera per un risultato fantastico, potresti pensare di prendere uno slider motorizzato; un supporto, cioè, che può essere impostato per muoversi a intervalli di tempo e velocità prestabilite, di modo da garantire un effetto fluido. Il costo di uno slider sale in base alle caratteristiche, ma ti consiglio di puntare su uno che faccia scorrere la camera su cuscinetti, per evitare scatti durante il timelapse.
video-time-lapse-slider-motorizzato
L'attrezzatura necessaria per un video in timelapse
  • Scheda di memoria: per un timelapse, procurati quanti più Gb possibili! Più è lunga la sequenza che vuoi immortalare, più memoria occorre: stiamo parlando di migliaia di foto che se scattate in RAW (come ti spiego poco più avanti) riempiono la memoria in un attimo.
  • Telecomando: se stai realizzando un timelapse con camere DSLR (reflex), un altro strumento fondamentale è un telecomando con intervallometro, che permette di impostare manualmente e da remoto il numero di scatti per secondo e il tempo totale in cui si desidera scattare. Può essere utile per timelapse aziendali di lunga durata o in generale per avere un controllo remoto.
  • Computer: l'alternativa al telecomando per timelapse è collegare direttamente il computer alla camera e controllarla tramite programmi che consentono di modificare le impostazioni della stessa (come EOS Utility per Canon). In questo modo avrai pieno controllo delle impostazioni e potrai vedere il risultato del timelapse, correggere alcuni valori senza mettere mano alla camera (rischiando così di muoverla).
  • Magic Lantern: se stai usando una reflex Canon per il tuo timelapse, un'alternativa è anche installare il software Magic Lantern direttamente sulla camera, di modo da poter impostare tutti questi valori direttamente da lì. Attenzione però: in questo modo si perde la garanzia disponibile sulla Canon, in quanto è stato modificato il software. Ne vale la pena per un timelapse?

Timelapse professionale: settare la camera

Ora che ti ho spiegato quale attrezzatura è necessaria, passiamo a vedere come impostare la macchina fotografica per realizzare il tuo timelapse. Se stai realizzando il tuo video in timelapse con macchine DSLR, come Canon o Nikon, questi sono i parametri di cui dovrai tenere conto per un risultato performante e all'altezza:

  • Formato della foto: sia che si voglia realizzare un timelapse che scattare altre fotografie, quella del formato è una questione da affrontare prontamente. Le moderne camere permettono infatti di scattare sia in JPG che in RAW. Quest'ultimo è un formato che permette di ottenere fotografie in altissima qualità ma dal peso considerevolmente maggiore rispetto al semplice JPG. Quello che è possibile fare in fase di post-produzione con una fotografia in RAW, tuttavia, è di gran lunga superiore al formato JPG. Un buon compromesso tra i due formati, se la tua camera lo consente, è il formato sRAW + sJPG, che crea in parallelo due file, uno RAW e uno JPG, permettendoti di lavorare su file con tante informazioni ma ad un terzo del peso di un RAW normale, velocizzando così di parecchio la preview e la lavorazione in post.
  • Impostazioni della camera: per realizzare un timelapse, dimentica la modalità automatica. Imposta la camera su manuale - o tutt'al più su quella a priorità di diaframmi (A), quindi imposta manualmente gli ISO (meglio tenere un valore basso specialmente se si sta realizzando un timelapse in pieno giorno), seleziona manualmente il fuoco e imposta il bilanciamento del bianco migliore ma non automatico, per evitare che possa cambiare automaticamente durante gli scatti. A questo punto va impostato l'otturatore e qui dipende molto dal prodotto che volete realizzare: maggiore la velocità di scatto, minore la fluidità di movimento; se nel timelapse vi serve la scia dietro alle persone o alle macchine, la regola di base è tenere il valore di esposizione un po' sotto la metà dell'intervallo tra due scatti. Esempio: se volete scattare una foto ogni 4 secondi, impostate l'otturatore a 1.6''/2''.
video-time-lapse-camera
Per il tuo timelapse, puoi controllare la camera da app
  • Intervallometro: il valore più importante per realizzare un timelapse è quante fotografie vanno scattate e ogni quanto. Ogni soggetto si muove a velocità differenti ed è quindi importante sapere prima quante fotografie bisogna realizzare e la loro frequenza, affinché il risultato sia quello desiderato. Qui bisogna ricorrere alla matematica: considera che il formato che va per la maggiore in Europa è il 25p, ossia si trasmettono 25 fotogrammi al secondo. Per realizzare un timelapse da 10 secondi, quindi, occorrono 250 fotografie e se volessi, per esempio, scattare una fotografia ogni 10'' ti ci vorrebbero quindi 41,6 minuti per realizzare questi 10 secondi. Per un minuto di timelapse, i numeri salgono vertiginosamente e così anche i GB necessari. Ma niente paura, perché ti sto per fornire uno strumento utile: TimeLapse Italia, infatti, sul proprio sito (e scaricabile come app) offre un calcolatore che ti farà risparmiare tempo e soprattutto pesanti mal di testa. Lo puoi usare cliccando qui: ti basterà impostare i valori in base all'intervallo di scatto, la lunghezza della clip o la durata complessiva dell'evento che desideri tradurre in timelapse. Un altro strumento che credo possa esserti utile è una comoda tabella indicativa dei tempi d’esposizione e intervalli per timelapse, di modo da sapere con certezza che valori impostare in base al soggetto desiderato.
video-time-lapse-tabella
Tabella dei tempi d’esposizione e intervalli per timelapse (TimeLapse Italia)

Attenzione al flickering nel timelapse

Pensavi che realizzare un timelapse fosse tutto rose e fiori? Purtroppo sono molte le cose che possono andare storte e tra queste c'è anche il nemico giurato del timelapse: il flickering. Ti spiego di cosa si tratta: con il termine "flickering" (tremolante) si intende quel fastidioso sfarfallio dovuto ad un repentino cambiamento dell'esposizione tra i fotogrammi. Questo effetto può essere dovuto a tanti fattori, a seconda delle condizioni atmosferiche, di luce, di illuminazione artificiale e via dicendo. Per evitarlo durante un timelapse, è importante settare bene le impostazioni di modo che in caso di sbalzi di esposizione la camera non aggiusti automaticamente il diaframma. In alternativa, si può lavorare in post-produzione con alcuni tools come TLTools o LRTimeLapse, di cui ti lascio una guida all'utilizzo: la puoi trovare cliccando qui.

Timelapse professionale: la post-produzione

Se hai seguito per filo e per segno questa guida su come realizzare un timelapse, a questo punto sei tornato a casa e nella tua scheda di memoria hai centinaia di fotografie del tuo timelapse. È tempo di montarle, quindi, e vedere che cosa è venuto fuori. Quasi tutti i programmi di montaggio permettono di realizzare un timelapse in pochi semplici passaggi, qui mi rifarò ad uno dei più usati: Adobe Premiere Pro.

Per creare un timelapse in post-produzione, segui questi passaggi:

  • Importa come sequenza: apri un nuovo progetto per il tuo timelapse e seleziona "Importa". Nella cartella con  tutte le fotografie che hai realizzato, clicca sulla prima e seleziona Importa come sequenza. In questo modo verranno importate nel progetto tutte insieme in un'unica clip, rinominata con il nome della prima fotografia selezionata.
video-timelapse-adobe-premiere
Creare video in timelapse: importa la sequenza
  • Automatizza sequenza: un altro modo per creare la tua clip per il timelapse, è importarle tutte nella stessa cartella come singole foto e quindi, nel pannello di controllo, selezionare "Automatizza la sequenza". Nelle opzioni seleziona "Ordine Selezionato" e in posizionamento "Sequenziale". Il risultato è lo stesso: ora hai una clip con tutte le tue foto in sequenza.
video-timelapse-adobe-premiere
Video in timelapse: come automatizzare la sequenza
video-timelapse-adobe-premiere
Video in timelapse: automatizza la sequenza
  • Taglia i tempi morti: se scorrendo le immagini del tuo timelapse ti rendi conto che alcuni fotogrammi sono identici tra di loro, allora il consiglio che ti do è di tagliare questi "tempi morti", in cui non succede niente di rilevante per il tuo timelapse. Semplicemente eliminalo dalla sequenza.
  • Imposta la velocità: una volta che hai scelto la tua sequenza per il timelapse, puoi correggere la velocità di riproduzione per trovare l'effetto desiderato. Seleziona la clip e, col tasto destro, accedi alla sezione "velocità/durata" per cambiare questo parametro. Seleziona anche "flusso ottico" nella sezione "Interpolazione tempo" per garantirti un risultato più fluido.
video-timelapse-adobe-premiere
Video in timelapse: cambiare la velocità della clip
  • Finalizza ed esporta: se sei soddisfatto della velocità del tuo timelapse, allora è tempo degli ultimi ritocchi. Correggi il colore, l'esposizione o applica qualche effetto che pensi possa aiutare a risaltare il tuo video in timelapse, quindi esportalo e il gioco è fatto.

Come puoi vedere, lavorare su un timelapse in fase di montaggio richiede pochi fondamentali passaggi: una volta fatto tutto questo, avrai il tuo video in timelapse. Tanto lavoro alla fine ripaga sempre.

Realizzare un timelapse da smartphone

Ti ho spiegato come realizzare un timelapse in maniera professionale, indicandoti quale attrezzatura procurarti, le impostazioni della camera e anche cosa fare per finalizzare il timelapse in fase di montaggio. Se però non sei un professionista del settore e tutto quello che vuoi è creare un video timelapse in maniera facile e divertente, allora sei fortunato: gli smartphone di ultima generazione te lo permettono.

Entrambi i sistemi operativi che vanno per la maggiore, iOS e Android, permettono di registrare video direttamente in timelapse e con ottimi risultati. Per entrambi i sistemi, tuttavia, ti do un consiglio: procurati un treppiede per smartphone, di modo da evitare qualsiasi movimento che potrebbe rovinare il tuo timelapse. La stabilità, infatti, è fondamentale. Ora vediamo passo passo come fare un timelapse su smartphone.

video-time-lapse-smartphone
Creare video in timelapse da smartphone

Creare un video timelapse da iOS

Come spiegato poco sopra, solo i telefoni di ultima generazione permettono di realizzare video in timelapse direttamente da smartphone. Il sistema iOS degli iPhone è tra questi e ti permette di farlo in pochi semplici passaggi:

Ecco come creare un timelapse da iPhone:

  • Apri la fotocamera
  • Scorri verso sinistra fino a TIME-LAPSE
  • Premi il tasto rosso per registrare
  • Premilo un'altra volta per terminare la registrazione
  • Apri la libreria per riguardare il tuo timelapse
video-time-lapse-ios
Come fare un timelapse da sistema iOS

Creare un video timelapse da Android

Se invece vuoi realizzare un timelapse e sei un utilizzatore di smartphone con sistema Android, come per esempio Samsung e Huawei, ecco i pochi e semplici passaggi da fare. Per la prova, ho utilizzato un Huawei P10 Pro, ma il principio è lo stesso:

Come creare un timelapse da Android:

  • Apri la fotocamera
  • Scorri verso sinistra per aprire il menù
  • Seleziona TIME-LAPSE
  • Premi il tasto rosso per iniziare a registrare
  • Premilo di nuovo per terminare la registrazione
  • Apri la libreria per riguardare il tuo timelapse
video-time-lapse-android
Come fare un timelapse da sistema Android

Le migliori App per creare timelapse

Nel caso il tuo smartphone non supporti la funzione timelapse direttamente nella fotocamera, non demordere: sono disponibili alcune app, sia per iOS che per Android, che ti permetteranno di creare il tuo video timelapse in pochi semplici passaggi. Ecco quali sono:

  • Hyperlapse: per creare da app un timelapse usando il sistema iOS, Hyperlapse è la soluzione perfetta. Sviluppato dal team di Instagram, permette non solo di realizzare timelapse, ma anche di modificarli e sistemarli, cercando di aggiustare la stabilità del video per esempio. Con Hyperlapse puoi registrare il tuo video e quindi decidere la velocità impostando un valore che va da un minimo di 1x a un massimo di 2x. Questa app, inoltre, ha anche la modalità Selfielapse. È scaricabile gratuitamente dall'App Store di iOS cliccando qui.
video-time-lapse-app-ios
L'app per creare video in timelapse da iOS: Hyperlapse
  • Microsoft Hyperlapse Mobile: per creare video timelapse da app su sistemi Android, invece, Microsoft Hyperlapse è l'app che fa al caso tuo. Anche questa è scaricabile gratuitamente dal Play Store cliccando qui e funziona in maniera simile a quella per sistemi iOS. La differenza fondamentale sta nella velocità che l'app permette di modificare sul video appena registrato: il valore da impostare può andare da un minimo di 1x a un massimo di 32x, in questo caso.

Guida al video in timelapse: le conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa guida su come realizzare video in timelapse e dovrei proprio averti spiegato tutto per filo e per segno: se stai cercando di creare un timelapse in maniera professionale, ora sai che di che tipo di attrezzatura hai bisogno, su quali impostazioni della camera devi andare a lavorare e che cosa fare in post-produzione. Se invece sei un semplice appassionato che vuole divertirsi da smartphone, qualsiasi sia il tuo sistema operativo ti ho fornito una guida e qualche app alternativa per creare timelapse.

Quella del timelapse è una tecnica complessa, ma che può dare risultati notevoli. Ora non hai più scuse: preparati e vai a filmare la città trafficata, le nuvole nel cielo o una notte stellata. Il timelapse ti mostrerà la meraviglia di un movimento fluido e spettacolare da guardare.

Rimani aggiornato!

Showreel

Altri articoli dal blog

I nostri ultimi lavori

casa-produzione-video-milano-riprese-professionali-showreel
"#CrazyForVideos" - Showreel 2019
Showreel
gavi-piemonte-gaviwineland-serravalle-vino-hotel
Gavi Wine Land - Teaser
Spot, Promotion
sabego-start-your-journey-spot-commerciale
Sabego - Start your journey
Spot, Corporate
fca-fiat-chrysler-automobiles-commercial-metano
Fiat Chrysler Automobiles spot 45''
Spot, Commercial
eco-villaggio-lops-buccinasco-immobiliare
Change your life, choose Lops
Spot, Commercial
Aggiungi un commento
Seguici sui social
Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter e non perdere gli articoli più importanti sull'affascinante mondo della produzione video, i nostri tutorial e le promozioni speciali.
Niente spam, solo comunicazioni interessanti e su misura per te.
Iscriversi è gratuito e potrai disiscriverti in qualunque momento con due semplici click. Benvenuto a bordo della Ril Productions!

CHI SIAMO

Ril Productions è una casa di produzione video dinamica e innovativa con sede a Milano. Il nostro team di creativi e professionisti è in grado di seguire tutte le fasi della produzione, dall’ideazione del concept alla sua realizzazione finale. Da anni aiutiamo persone ed aziende ad esprimere ciò a cui tengono di più attraverso il video, in maniera chiara ed incisiva.

CONTATTI

Ril Productions
Via Delle Leghe 12
20127, Milano (IT)


CF:
RCCGLC88C11F205F
P. IVA: 08252540961

SOCIAL

Seguici sui social network e rimani sempre aggiornato sui nostri ultimi lavori e sulle nostre iniziative.

Copyright © Ril Productions 2017