Video pubblicitari: ecco come realizzarli

13-03-2019
a cura di Cristiano Bolla
come-creare-video-pubblicitari

Spot pubblicitari: una storia lunga decenni

Gli spot pubblicitari hanno una data di nascita: 3 febbraio 1957, l'inizio della pubblicità sulla televisione italiana. Arrivato solo da pochi anni, questo nuovo mezzo divenne ben presto un efficace tramite tra aziende, venditori e un vastissimo pubblico affascinato dal nuovo medium. I video pubblicitari, quindi, sono da sempre un fondamentale mezzo di comunicazione e di marketing.

In questo articolo ti spiegherò come viene realizzato un video pubblicitario e ti svelerò il lavoro che c'è dietro a quei pochi secondi di spot, che vedi nell'intervallo di un film o una serie TV: in questo modo anche tu saprai cosa sia necessario fare per creare un video pubblicitario.

video-pubblicitari-televisione
Non solo tv, i video pubblicitari ora sono ovunque

Dal Carosello a YouTube: l'evoluzione del video pubblicitario

A meno che tu non sia di almeno tre o quattro generazioni fa, per te i video pubblicitari hanno sempre fatto parte della storia della televisione e dei media in generale. Li vedi su ogni canale - anche troppo spesso - e inondano i social e i video su YouTube. C'è stato un tempo, tuttavia, in cui gli spot pubblicitari erano confinati in un apposito contenitore televisivo: il Carosello. Andato in onda dal 1957 al 1977, era infatti un appuntamento quotidiano di video pubblicitari, molto più lunghi degli standard moderni, che ha aiutato a diffondere figure iconiche come Calimero e Topo Gigio (puoi vedere alcuni esempi di spot  dell'epoca cliccando qui). Quella, tuttavia, era la televisione del broadcasting, quella in cui un'emittente trasmetteva a senso unico verso un pubblico con scarsa possibilità di scelta (one-to-many).

Con l'avvento della televisione commerciale e dell'ampliarsi dell'offerta di canali, i video pubblicitari hanno preso sempre più piede: la logica del broadcast lasciò spazio a quella del narrowcast (one-to-one), dal momento che si rese possibile concentrare specifiche inserzioni pubblicitarie mirate al giusto target, in base alla programmazione del canale. Un esempio? Durante i cartoni della mattina, i video pubblicitari che andavano più trasmessi erano ovviamente relativi a giocattoli e prodotti per bambini, mentre nella fascia serale il pubblico di riferimento era costituito da uomini, lavoratori e padri di famiglia.

video-pubblicitari-carosello
Il Carosello era un contenitore quotidiano per video pubblicitari

Un ultimo passaggio, fondamentale, è arrivato con l'era di Internet: l'egocasting è, infatti, pubblicità mirata espressamente al singolo utente, in base ai suoi gusti, alle sue preferenze e ai suoi click. La tanto temuta vendita dei dati personali serve proprio a far sì che le agenzie pubblicitarie non debbano più produrre video pubblicitari che interessino la "maggior parte degli utenti" - inerenti al target selezionato, ovviamente - ma che al contrario producano lo spot giusto per ogni utente. Un passaggio significativo: ora le pubblicità su YouTube e altri social sono diversificate in base all'utenza e questo ha cambiato anche le logiche di produzione dei video pubblicitari.

Ora che ti ho dato una veloce infarinatura sulla storia e sull'evoluzione degli spot pubblicitari, lascia che ti spieghi come realizzare un video pubblicitario.

video-pubblicitario-social-network
Social network che usi, video pubblicitario che trovi

Le fasi per creare un video pubblicitario

Per questo articolo, fingerò che tu sia un videomaker cui è stato chiesto di creare un video pubblicitario per un'azienda o un brand. Se sei davvero nuovo del settore e stai cercando di capire come è meglio muoversi per realizzare uno spot pubblicitario, tanto meglio. Fondamentalmente, sono tre le fasi dietro alla creazione di uno spot pubblicitario, ognuna importante ai fini del risultato.

Le fasi in questione sono:

  • Ideazione
  • Produzione
  • Post-produzione

Creare un video pubblicitario: l'ideazione

Anche il video pubblicitario, come praticamente ogni altro prodotto audiovisivo e non, ha bisogno di una fase di ideazione. Il primo passo da fare, nel caso specifico della pubblicità, consiste nel sedersi ad un tavolo con il committente, l'azienda che vuole realizzare lo spot pubblicitario, per capire quali siano le loro esigenze, il messaggio che vogliono trasmettere, il prodotto che vogliono reclamizzare e soprattutto il target che vogliono raggiungere.

Attingendo un po' alla semiotica - Greimas, nello specifico - in ogni video pubblicitario sono presenti almeno sei elementi (che vengono chiamati "attanti"). Essi sono: soggetto, oggetto, aiutante, oppositore, destinante e destinatario. Prendiamo il caso di un video pubblicitario della Amplifon: nello spot, l'anziano (il soggetto) vuole sentirci meglio (l'oggetto) e quindi utilizza un apparecchio (l'aiutante) per combattere la sordità (l'opponente). Il destinante di questo messaggio è la Amplifon stessa, mentre il destinatario non è un pubblico generico, ma uno specifico target di riferimento: in questo caso, anziani con problemi di udito. Come vedi, dietro ogni spot c'è uno studio e una logica che anche tu dovresti tenere in considerazione mentre stai cercando di realizzare il tuo video pubblicitario.

video-pubblicitario-meme
Un altro anziano soddisfatto dallo spot Amplifon

Una volta che avrai chiaro di cosa dovrà parlare il video pubblicitario che stai realizzando, è il momento di scegliere il miglior tipo di spot in base alle esigenze del cliente: questo vuol dire dover ideare un video pubblicitario che abbia uno storytelling emozionale, oppure un più sterile ma efficace tutorial o ancora dover usare grafici animati per spiegare concetti o offerte. Il tipo di spot dipende molto da cosa si cerca di vendere e comunicare.

Si passa quindi alla scrittura del soggetto del video pubblicitario, una spiegazione breve ma precisa di quello che si andrà a mostrare e raccontare. Se approvato, allora si può procedere alla stesura della sceneggiatura: farlo con il giusto formato è fondamentale per aiutare la produzione a capire la durata dello spot e i tempi tecnici per realizzarlo, oltre a mettere nero su bianco tutto l'occorrente che si dovrà avere a disposizione in fase di produzione.

In questa fase potrai dover mediare molto con il cliente e le sue osservazioni, ma ricorda sempre di essere essenziale e preciso in quello che vuoi mostrare e soprattutto di ideare un video pubblicitario in linea con il target che si vuole andare ad intercettare.

Ora che il tuo video pubblicitario è stato approvato dal cliente, si può entrare nella fase di produzione.

Creare uno spot pubblicitario: la produzione

La produzione di un video pubblicitario inizia dallo "spoglio della sceneggiatura": una volta approvata dal cliente, infatti, questa viene analizzata e da essa viene stilata la lista delle location, degli attori/comparse e degli oggetti di scena (props) necessari alla realizzazione dello spot. In base alla grandezza della tua troupe, potresti ritrovarti a dover fare gran parte del lavoro da solo, oppure decidere di pagare qualcuno che si occupi dei vari aspetti.

La ricerca delle location è fondamentale per due motivi: avere un'idea chiara di dove si girerà il video pubblicitario aiuterà la produzione a realizzare storyboard e script tecnico dello spot da girare. Lo storyboard è la rappresentazione grafica, sotto forma di sequenze, di quello che è contenuto nella sceneggiatura: tramite lo storyboard può essere stilato quello che viene definito lo script tecnico, ossia una versione della sceneggiatura in cui vengono riportate le inquadratura da realizzare.

Questo aspetto si collega al secondo motivo per cui è importante, quando si realizza un video pubblicitario, trovare subito le location: creati storyboard e script tecnico delle inquadrature (con indicato anche il tipo di obiettivo da usare ed eventuali movimenti di macchina), colui che si occuperà della fotografia e dell'illuminazione dello spot potrà realizzare un proprio piano luci.

Tutto questo è fondamentale per arrivare il giorno delle riprese del video pubblicitario sapendo con assoluta precisione cosa ci sia da fare e in che modo, limitando così al minimo le perdite di tempo, che si traducono immediatamente in un esborso economico maggiore.

video-pubblicitari-storyboard
Esempio di storyboard di un video pubblicitario

Hai preparato tutto per il tuo video pubblicitario? Trovati gli attori, le location, la troupe? È arrivato il gran giorno delle riprese? Allora sappi che tutto il lavoro di preparazione viene messo alla prova proprio nel giorno delle riprese dello spot.

Quando giri un video pubblicitario, organizzati bene anche sul set: sistema l'attrezzatura sempre in maniera ordinata in uno spazio apposito e quando cambi set (per esempio se stai girando in più spazi della stessa azienda) non lasciare indietro niente pensando "poi lo prenderò". L'ordine è fondamentale per non perdere tempo e disperdere energie. Coordina bene i reparti affinché sappiano esattamente cosa devono fare in ogni momento e, soprattutto, le tempistiche della scena, del set e in generale dell'intera giornata di shooting.

Metti già in conto che un po' di ritardo è sempre normale: potrebbe volerci un po' per partire bene, settare la camera, far scaldare l'attore e in generale oliare bene gli ingranaggi della troupe. Quando organizzi i tempi delle riprese, tieni sempre conto di questo aspetto e, in caso, prevedi delle tempistiche leggermente più lunghe del necessario, invece che peccare di ottimismo e assegnare troppo poco tempo alle singole scene del video pubblicitario.

Se tutto è andato bene a fine giornata avrai il girato del tuo spot pubblicitario: fai immediatamente lo scarico del materiale dalle schede di memoria, creane subito una copia (direttamente dalle schede e non dal materiale già scaricato - per evitare di duplicare eventuali errori dovuti al trasferimento del materiale), quindi libera il set. Un po' di riposo e poi subito in sala montaggio per la fase di post-produzione.

video-pubblicitari-produzione
Il backstage di un nostro video pubblicitario per Lops Arredi

Creare un video pubblicitario: la post-produzione

Hai quasi finito tutti i passaggi per creare un video pubblicitario: è stato scritto, approvato dal cliente, girato e ora va "solo" montato. Quella che può sembrare una fase di infiocchettamento, tuttavia, può nascondere parecchie insidie.

Quando sei al lavoro per montare uno spot pubblicitario (qui ti abbiamo parlato dei 10 trucchi per ottenere un montaggio perfetto), non avere paura di modificare qualcosa che era previsto dalla sceneggiatura: quello che sulla carta funziona, non è detto che faccia altrettanto una volta creata la sequenza dello spot. Il montaggio, infatti, può dare una prospettiva diversa di una scena, che può così rendere meglio.

Una delle sacre regole del montaggio di un video pubblicitario è fare bene i primi 10 secondi. Questo, infatti, è il tempo medio in cui il pubblico viene coinvolto o meno da quanto sta guardando. Fondamentale quindi si tratta di usare i primi tre-quattro tagli per catturare l'attenzione del pubblico: ricorri a una musica e un ritmo che si adattino bene al tono del video e riuscirai in questa delicata impresa.

Inoltre, se l'obiettivo di marketing del committente, che ha richiesto il video pubblicitario, non è solo la brand-awareness (ossia la consapevolezza da parte del pubblico dell'esistenza di quel marchio), ma anche un tentativo di conversione e di call-to-action, allora è fondamentale porre la massima attenzione anche agli ultimissimi secondi del video: questa "chiamata all'azione" - che sia portare persone sul sito internet, sulle pagine social o spingerle a chiamare per chiedere un preventivo - deve essere preparata e ben posizionata in modo da interessare e incuriosire l'utente tanto da invogliarlo, appunto, a fare qualcosa dopo aver visto il tuo video pubblicitario.

video-pubblicitari-montaggo
Una delle ultime fasi della creazione di uno spot pubblicitario: il montaggio

Mettiamo le cose in chiaro: quando si tratta di realizzare un video pubblicitario, sarà molto difficile che il cliente non richieda modifiche della versione dello spot che stai ultimando. Se le richieste dovessero essere esagerate o addirittura impossibili da fare, cerca di mantenere la calma e ricorda: non è il loro mestiere ma è il loro video pubblicitario! La prospettiva del cliente può essere molto utile per migliorare l'efficacia del video e il modo in cui viene comunicato il prodotto. In ogni caso, è consigliabile in fase di preventivo, prevedere un limite di massimo di modifiche, per evitare di trascinare la fase di montaggio e post-produzione - e, di conseguenza, il saldo della fattura - per interminabili mesi.

Una volta consegnato lo spot, può considerarsi conclusa la tua esperienza di creazione di un video pubblicitario.

Creare un spot pubblicitario: le conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa guida su come creare un video pubblicitario. Spero di averti dato una spiegazione esaustiva di tutte le fasi che stanno dietro a pochi secondi di spot. Lo studio del prodotto in termini di marketing è fondamentale per l'individuazione del target e del giusto approccio allo spot che si sta realizzando. Allo stesso modo, è importante organizzarsi bene prima delle riprese e quindi avere pazienza e una mente fresca in fase di montaggio.

Non importa il formato o la durata: che tu debba creare un video pubblicitario emozionale da 10 secondi per una pubblicità su YouTube o un lungo tutorial - di cui cui ti abbiamo parlato esaustivamente qui - sull'uso di una macchina industriale, se seguirai questi passaggi ti faciliterai la vita e la produzione dello spot. Noi della Ril Productions seguiamo questi step da anni e, con la professionalità e la creatività necessarie, siamo sempre riusciti a soddisfare tutti i nostri clienti.

Rimani aggiornato!

Showreel

I nostri ultimi lavori

3-maggio-2020-cavallini-official-video
3 maggio 2020 (Official Video)
Videoclip, Musica
la-teoria-del-sangue-film-luca-elmi-trailer
La Teoria Del Sangue - Official Trailer
Trailer, Cinema, Spot
fabio-rovazzi-call-of-duty-italia-lucca-comics-2019-activision
Call Of Duty - Rovazzi al Lucca Comics 2019
Spot, Eventi
favola-fashion-short-film
Favola - Short Film
Spot, Fashion, Short Film
di-gavi-in-gavi-2019-video-3-gavi-antonella-clerici
DGIG - Day 3 (Antonella Clerici)
Eventi, Corporate

Gli articoli dal blog

Aggiungi un commento
Seguici sui social
Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter e non perdere gli articoli più importanti sull'affascinante mondo della produzione video, i nostri tutorial e le promozioni speciali.
Niente spam, solo comunicazioni interessanti e su misura per te.
Iscriversi è gratuito e potrai disiscriverti in qualunque momento con due semplici click. Benvenuto a bordo della Ril Productions!

CHI SIAMO

La Ril Productions è una casa di produzione video, con base a Milano ma attiva in tutta Europa, che mette il cliente al primo posto e gli fornisce i migliori strumenti comunicativi per raggiungere i suoi obiettivi e il suo target. Riprendiamo eventi istituzionali e non, produciamo spot, documentari, videoclip musicali e ci assicuriamo di fornire sempre la massima qualità possibile a prezzi inferiori rispetto ai competitor.

CONTATTI

Ril Productions
Via Delle Leghe 12
20127, Milano (IT)


CF:
RCCGLC88C11F205F
P. IVA: 08252540961

SOCIAL

Seguici sui social network e rimani sempre aggiornato sui nostri ultimi lavori e sulle nostre iniziative.

Copyright © Ril Productions 2017